Giornalista professionista, critico di cinema e televisione, ha una lunga esperienza di operatore culturale, produttore e sceneggiatore cinematografico, scrittore.

Ha diretto la Mostra del Cinema di Venezia, il TaorminaFilmFest, il RomaFictionFest, il Premio Grolle d'Oro, il Carnevale di Venezia. Ha ideato e diretto il festival EuropaCinema, il Premio Solinas, il MystFest, l’ItaliaFilmFest, la sezione europea del Palm Springs International Film Festival in California. Ha ideato e fondato nel gennaio 2004 la Casa del Cinema di Roma che ha diretto fino a gennaio 2011. E' l'ideatore e il direttore del Bif&st-Bari International Film Festival (la settima edizione si è conclusa il 9 aprile 2016 con enorme successo: circa 75.000 spettatori, ancor più che nel 2014 e 2015: www.bifest.it)  per il quale ha realizzato negli anni le ormai leggendarie "Lezioni di cinema" tenute da grandi maestri della settima arte ma anche imponenti tributi dedicati a Carmelo Bene, Federico Fellini, Alberto Sordi, Dante Ferretti, Francesca Lo Schiavo, Gian Maria Volonté, Fritz Lang, Francesco Rosi, Marcello Mastroianni e Ettore Scola. Nel dicembre 2015 il presidente della Regione Puglia lo ha riconfermato direttore del Bif&st per le prossime cinque edizioni, fino al 2020.

E’ stato amministratore delegato dell’Istituto Luce e presidente di Cinecittà Holding. Ha scritto e prodotto il film Il lungo silenzio e cosceneggiato Gli anni del Muro, entrambi diretti da Margarethe von Trotta, e ha coprodotto una dozzina di altri film per il Luce. E' stato il produttore associato di Al di là delle nuvole di Michelangelo Antonioni e Wim Wenders. Nel 2001 ha ideato e prodotto per Cinecittà Holding il primo film italiano girato interamente in digitale, Sei come sei, invitato alla Berlinale.

Dopo la maturità classica si è laureato in Scienze Politiche all'Università di Bari e ha conseguito un Master presso l'Istituto superiore internazionale relazioni pubbliche (ISIRP) di Roma.  Negli anni Settanta-Ottanta ha lavorato da redattore in varie case edtrici e dal 1974 come redattore e capo del servizio spettacoli e inviato culturale nella redazione di un grande quotidiano nazionale, prima a Milano, poi a Roma. Ha pubblicato il volume Fare festival e il romanzo Il colore del sangue. Collabora a “La Repubblica/Bari” e al “Corriere della Sera/Corriere del Mezzogiorno”. E’ membro onorario della FIPRESCI (The International Federation of Film Critics), componente della European Film Academy di Berlino e dell'Accademia del cinema italiano.